Scopri la Basilicata – Una terra ricca di storia

basilicata.JPGLa Basilicata il cui nome antico Lucania deriva dal lucus latino, è terra di boschi ma non solo. Una regione che conta circa 600.000 abitanti e si estende su una superficie di circa 10.000 kmq, composta per la maggior parte da zone montuose, è ricca anche di paesaggi collinari e di una zona pianeggiante.

Confinante con tre regioni più conosciute dal punto di vista delle attrazioni turistiche quali la Puglia, la Campania e la Calabria è mèta ideale di vacanza in tutte le stagioni. Visitare la Basilicata significa avere la possibilità di spaziare dal mare (Jonio e Tirreno) alla montagna (Parco del Pollino e Dolomiti Lucane) alla scoperta di siti archeologici come Venosa, la terra di Orazio, o Metaponto, parte dell’antica Magna Grecia.

Un ventaglio ricco e variegato di offerte a Matera per soddisfare le richieste dei turisti più esigenti. Senza dover percorrere distanze enormi, si può decidere di visitare le località balneari nei mesi estivi con la possibilità di scoprire piccoli gioielli di archeologia come i villaggi trincerati di epoca preistorica presenti sull’altopiano murgico che fronteggia i più famosi Sassi di Matera e poi proseguire la visita nella città scavata nella roccia. La frescura anche nei mesi più caldi è garantita dal tufo, la pietra in cui sono scavate le grotte.

D’inverno invece la stessa pietra mitiga il freddo e trattiene il calore. Nei mesi primaverili è caratteristico il paesaggio con i mandorli in fiore ed in autunno si vedono nei campi i contadini che raccolgono le olive, negli uliveti che si estendono a perdita d’occhio. Che sia marzo o novembre, agosto o dicembre ogni stagione vi offrirà tante occasioni per la visita di una città unica ,il personale degli Hotel a Matera potrà suggerirvi itinerari per la scoperta della terra lucana.

Scopri la Basilicata – Una terra ricca di storiaultima modifica: 2011-11-23T11:27:53+01:00da red-viaggi
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Scopri la Basilicata – Una terra ricca di storia

I commenti sono chiusi.