Capodanno low cost: le capitali europee più economiche

concerti-capodanno-2012.jpgIn un momento storico come quello che stiamo vivendo ogni qual volta si vuole intraprendere un viaggio o una vacanza la prima cosa che viene in mente è quella di trovare delle offerte: promozioni, pacchetti vacanze che consentano di risparmiare ma, allo stesso tempo, di non rinunciare ad un soggiorno fuori casa. Se questo discorso è valido per le vacanze estive, lo è a maggior ragione durante altri periodi, come ad esempio il Capodanno. Una giornata in cui si festeggia e ci si diverte, ma il 31 dicembre è anche un’ottima occasione per trascorrere qualche giorno lontano dalla routine approfittando per vedere città e posti nuovi. Ecco quindi una mini guida delle città economiche dove passare un Capodanno low cost.

1. Praga: la capitale della Repubblica Ceca rappresenta ancora oggi un baluardo del prezzo basso. Per noi soggiornare a Praga non rappresenta una spesa ingente e la città è davvero affascinante a Capodanno. Il divertimento è assicurato grazie allo spettacolo dei fuochi d’artificio in Piazza San Venceslao, le bancarelle di prodotti tipici nella Piazza della Città Vecchia, i tanti locali e discoteche che propongono feste a tema fino all’alba – tra le più affollate ci sono Karlovy Lázne, Mecca e Duples. Ma Praga è la città ideale anche per un Capodanno romantico: dalla passeggiata sul Ponte Carlo fino alla gita in battello sulla Moldava, la capitale ceca è perfetta per dichiarazioni d’amore…

2. Madrid: il Capodanno nella capitale spagnola è sinonimo di divertimento in piazza. L’appuntamento è infatti a Puerta del Sol dove madrileni e turisti sono pronti con folte parrucche e 12 chicchi d’uva da mangiare uno ogni secondo che manca alla mezzanotte. Madrid esplode di gioia con fuochi d’artificio a cui segue una lunga notte nei locali del centro. D’altronde la movida madrilena è famosa in tutto il mondo…

3. Budapest: musica, festa in piazza e musica dal vivo sono gli ingredienti del Capodanno nella capitale ungherese. Piazza Vorosmarty è il punto di riferimento per chi vuole aspettare la mezzanotte all’aperto ma ci sono anche tantissimi ristoranti – la cucina ungherese è davvero ottima – e locali in cui la festa inizia già dalle 23. All’ora fatidica esplode la gioia con i fuochi d’artificio, osservabili anche da un battello sul Danubio. In alternativa a Budapest si può vivere un Capodanno all’insegna del benessere: la cità è l’unica capitale al mondo con stabilimenti termali e nel suo centro e quindi ci si può lasciar coccolare con massaggi e trattamenti di bellezza! Un vero paradiso.

Per tutte le altre informazioni sulle feste di Capodanno vi invitiamo a visitare la pagina www.viaggiandoineuropa.it/capodanno.html: una guida completa alla feste del 31 dicembre sia in Italia che in Europa!

Capodanno low cost: le capitali europee più economicheultima modifica: 2012-09-07T11:50:44+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo