Calabria e Sicilia, per lo sviluppo del turismo

mare-calabria.jpgSono le regioni del sud Italia meno valorizzate sul piano economico, ma allo stesso tempo così ricche di risorse che a livello turistico risultano le regioni più fertili di iniziative e di attrattive. Sono la Calabria e la Sicilia!

Chi non vorrebbe nuotare nelle acque cristalline del loro mare, chi non vorrebbe passeggiare su queste spiagge, chi non vorrebbe godersi uno splendido tramonto? Alberghi e villaggi in Calabria, come residence e hotel in Sicilia sono le strutture con i prezzi più accessibili, soprattutto per chi è previdente e non si lascia scappare i last minute giugno, per esempio.

Proprio per la forte affluenza turistica e la ricchezza delle risorse utilizzabili, il Ministero del Turismo ha stanziato otto mil. di euro dal piano di riparto dei fondi per i progetti interregionali destinati appunto a Sicilia e Calabria, affinché lo sviluppo turistico dei territori abbia una spinta propulsiva in più.

Le attività che grazie ai fondi ministeriali le due regioni dovranno mettere su saranno rivolte fondamentalmente allo sviluppo delle strutture ricettive e dei centri dedicati all’accoglienza turistica e alla fruizione dei vacanzieri.

L’incontro dei giorni scorsi tra il presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti, e l’assessore delegato al comparto per la Regione Sicilia Nino Strano, ha avuto appunto come obiettivo l’individuazione di tali attività, volta soprattutto ad evitare qualsiasi tipo di spreco.

Fonte: link

I tedeschi spendono di più

aereo.jpgSono i tedeschi i viaggiatori che spendono di più per il turismo all’estero.

A dirlo sono i dati dell’Omt (Organizzazione Mondiale Turismo) sul 2009, secondo i quali i cittadini della Germania spendono oltre 80,8 miliardi di dollari per muoversi fuori dai confini. Il dato, tuttavia, corrisponde a un calo del -11,2% rispetto al 2008.

Nella classifica mondiale seguono gli statunitensi con 73,1 miliardi, gli inglesi con 48,5 miliardi. I cinesi, con 43,7 miliardi di dollari, sono l’unico mercato in crescita del +20,7%. L’Italia si posiziona al sesto posto della graduatoria subito dopo la Francia, con una spesa di 27,8 miliardi di dollari, registrando il -9,7% rispetto al 2008. I giapponesi sono scesi, in un anno, del -10% con 25,1 miliardi. Lo scorso anno le spese turistiche a livello mondiale sono state di 852 miliardi di dollari, in flessione sul 2008 del -9,55%.

Fonte: link

 

Il Molise punta sullo sviluppo turistico

molise-res.jpgIl turismo italiano potrà contare su 118 milioni di euro. L’assegnazione, decisa in sede di Conferenza Stato-Regioni, interessa iniziative in favore dello sviluppo del ramo turistico.

Una quota assegnata anche al Molise, regione spesso sottovalutata. Così ha commentato con soddisfazione l’assessore al turismo della Regione Molise, Franco Giorgio Marinelli:

”Quello turistico e’ un settore su cui il Molise non può e non deve smettere di puntare”.

Leggi l’articolo originale

 

 

Buoni Vacanze 2010

BVI.jpgSarà rifinanziata l’operazione Buoni vacanze. Lo ha detto il 25 marzo scorso la ministra del Turismo, Michela Vittoria Brambilla.

Il progetto Buoni vacanze ha messo a disposizione ulteriori cinque milioni di euro, dai fondi destinati a favorire la destagionalizzazione dei flussi turistici, per contributi a favore delle famiglie a basso reddito.

Le domande presentate dal 20 gennaio 2010 sono quasi 20mila e il valore dei Buoni attualmente in circolazione si aggira intorno ai 3,7 milioni di euro.

Leggi l’articolo originale