Capodanno low cost: le capitali europee più economiche

concerti-capodanno-2012.jpgIn un momento storico come quello che stiamo vivendo ogni qual volta si vuole intraprendere un viaggio o una vacanza la prima cosa che viene in mente è quella di trovare delle offerte: promozioni, pacchetti vacanze che consentano di risparmiare ma, allo stesso tempo, di non rinunciare ad un soggiorno fuori casa. Se questo discorso è valido per le vacanze estive, lo è a maggior ragione durante altri periodi, come ad esempio il Capodanno. Una giornata in cui si festeggia e ci si diverte, ma il 31 dicembre è anche un’ottima occasione per trascorrere qualche giorno lontano dalla routine approfittando per vedere città e posti nuovi. Ecco quindi una mini guida delle città economiche dove passare un Capodanno low cost.

1. Praga: la capitale della Repubblica Ceca rappresenta ancora oggi un baluardo del prezzo basso. Per noi soggiornare a Praga non rappresenta una spesa ingente e la città è davvero affascinante a Capodanno. Il divertimento è assicurato grazie allo spettacolo dei fuochi d’artificio in Piazza San Venceslao, le bancarelle di prodotti tipici nella Piazza della Città Vecchia, i tanti locali e discoteche che propongono feste a tema fino all’alba – tra le più affollate ci sono Karlovy Lázne, Mecca e Duples. Ma Praga è la città ideale anche per un Capodanno romantico: dalla passeggiata sul Ponte Carlo fino alla gita in battello sulla Moldava, la capitale ceca è perfetta per dichiarazioni d’amore…

2. Madrid: il Capodanno nella capitale spagnola è sinonimo di divertimento in piazza. L’appuntamento è infatti a Puerta del Sol dove madrileni e turisti sono pronti con folte parrucche e 12 chicchi d’uva da mangiare uno ogni secondo che manca alla mezzanotte. Madrid esplode di gioia con fuochi d’artificio a cui segue una lunga notte nei locali del centro. D’altronde la movida madrilena è famosa in tutto il mondo…

3. Budapest: musica, festa in piazza e musica dal vivo sono gli ingredienti del Capodanno nella capitale ungherese. Piazza Vorosmarty è il punto di riferimento per chi vuole aspettare la mezzanotte all’aperto ma ci sono anche tantissimi ristoranti – la cucina ungherese è davvero ottima – e locali in cui la festa inizia già dalle 23. All’ora fatidica esplode la gioia con i fuochi d’artificio, osservabili anche da un battello sul Danubio. In alternativa a Budapest si può vivere un Capodanno all’insegna del benessere: la cità è l’unica capitale al mondo con stabilimenti termali e nel suo centro e quindi ci si può lasciar coccolare con massaggi e trattamenti di bellezza! Un vero paradiso.

Per tutte le altre informazioni sulle feste di Capodanno vi invitiamo a visitare la pagina www.viaggiandoineuropa.it/capodanno.html: una guida completa alla feste del 31 dicembre sia in Italia che in Europa!

Una gita romantica a Praga

Volete un’idea per festeggiare una ricorrenza speciale con la vostra metà? Oppure avete solo voglia di concedervi insieme una bella vacanza per rilassarvi e per vivere qualche momento da aggiungere alla lista dei bei ricordi?

Se la risposta è si, il nostro consiglio è quello di prenotare immediatamente un volo per la capitale ceca e di trascorrere una splendida vacanza avvolti nell’atmosfera fiabesca di questa città magica.

Noi, per aiutarvi a vivere dei giorni davvero speciali, abbiamo preparato una lista delle cose più romantiche da fare una volta arrivati a Praga… Sicuramente non ve ne pentirete!

1º La prima idea che ci è venuta in mente è quella di prendere un vaporetto per percorrere il fiume Moldava, in modo da poter ammirare la città dall’acqua. Una possibilità è quella di cenare durante la navigazione, poichè la maggior parte dell’imbarcazioni prevedono il servizio, offrendo anche concerti dal vivo.

2º Quello che sicuramente si deve fare se si va a Praga in compagnia della propria anima gemella è una passeggiata sulla collina degli innamorati, ossia la Collina Petrín. Si trova qui una statua in bronzo del poeta ceco Karel Hynek Mácha e si racconta che le coppie che si baciano in questo luogo si ameranno eternamente… Perchè non provare?

3º Sempre sulla collina Petrín, è stata costruita un’imitazione della Torre Eiffel che, anche se più piccolina, dalla sua cima offre uno spettacolo incredibile della città, dove è possibile scattare fotografie e, perchè no, fare dichiarazioni d’amore indimenticabili!!

4º Per vivere poi un’esperienza davvero speciale, è molto consigliato assistere ad un’opera nel bellissimo Palazzo dell’Opera di Praga (anche perchè è l’unico modo per accedere all’interno). Potrete trovare facilmente delle formule che comprendono la possibilità di essere venuti a prendere in auto, portati all’Opera per vedere lo spettacolo e condotti poi ad un ristorante per deliziare una cena gourmet.

5º Infine, l’ultima idea romantica che vogliamo suggerirvi è quello di fare una gita all’Isola di Kampa, una piccola isola particolarmente preziosa, la cui storia è legata a numerose leggende e a racconti di scrittori cechi. Da qui è possibile godere di una splendida vista della città e concludere così degnamente questa vacanza all’insegna del romanticismo.

L’ultimo consiglio per quelle coppie che desiderano trascorrere una permanenza perfetta nella capitale ceca è quello di riservare un appartamento con Oh-Prague: avrete così la possibilità di vivere dei giorni nella più totale intimità ed in completa tranquillità!

Passato e futuro a Berlino

berliner dom_Lestidae (2).jpgÈ risaputo come Berlino sia legata al suo passato e come sia rinata e continui ad evolvere sulla base degli eventi drastici che l’hanno caratterizzata. Anche noi di Oh-Berlin siamo in continua evoluzione e l’ultimo cambiamento riguarda il passaggio che abbiamo realizzato da All-Berlin-Apartments al nome attuale, in modo da rendere chiaro il fatto di appartenere al più ampio Open House Group. Quello che desideriamo fare è dare l’opportunità ai viaggiatori di esplorare la città, di viverla, grazie agli appartamenti in affitto di cui disponiamo, specialmente nel centro di Berlino. Da qui potrete muovervi comodamente per scoprire tutte le attrazioni ed i luoghi d’interesse, anche grazie all’eccellente sistema di trasporti di cui dispone la città.
Se vi trovate in Mitte, sappiate che letteralmente significa  ‘’centro”, “metà’’, e si trova appunto nel bel mezzo della capitale tedesca. Entro questa zona, potrete scoprire molti delle attrazioni cittadine, di cui vi riportiamo le nostre 5 preferite:
•    Porta di Brandeburgo – Ideata dal Gotthard su modello dell’architettura classica greca, venne terminata nel  1791, con l’aggiunta della Quadriga. Durante l’occupazione francese quest’ultima venne fatta trasferire a Parigi, per ordine di Napoleone. Venne in seguito riportata a Berlino e durante la seconda guerra mondiale subì vari danni. Venne poi ristrutturata, pronta per assumere tutto il significato della Germania riunita dopo la caduta del Muro.
•    Unter der Linden – Il ‘’Viale sotto ai Tigli’’ era originariamente un viale di campagna che portava alla residenza di caccia di Tiergarten. Col tempo vennero piantati tigli, aperti negozi e costruiti palazzi. Ad oggi potete trovare la Biblioteca Nazionale, il Neue Wache (monumento in onore dei caduti durante l’epoca fascista), l’università Humboldtuniversitat e l’Autodafè, opera che ricorda l’atto di propaganda politica nazista, quando cioè nel 1933 vennero bruciati tutti i libri ritenuti contrari all’ideologia. Dopo la riunificazione della Germania, Unter den Linden divenne la sede del Governo e della Cultura di Berlino.
•    Gendarmenmarkt – Con il suo stile Rinascimentale, può essere definita una delle piazze più belle della città. Ospita il Konzerthaus, sede dell’Orchestra Sinfonica di Berlino creata da Schinkel, il Franzoesischer ed il Deutscher Dom, ossia due chiese speculari, una Francese e una Tedesca.
•    L’Isola dei Musei – Museumsinsel, rappresenta uno dei  gruppi di Musei più importanti al mondo, oltre a far parte del patrimonio dell’UNESCO. Troverete qui l’Altes Museum (eretto dal famoso architetto Carl Friederch Schinkel), il Neues Museum (con la collezione egizia), l’Alte Nationalgalerie (tra pittura e scultura), il Pergamonmuseum (tipicamente archeologico) ed il Bode Museum (con la più grande collezione numinastica).
•    Berliner Dom – Sempre nei pressi del Museumsinsel si trova il Duomo di Berlino. Inizialmente costruita con uno stile Barocco, ha subito svariate variazioni durante il corso della storia, specialmente a causa dei bombardamenti durante la Seconda guerra mondiale.

Cantine Aperte in Puglia, Domenica 29 Maggio

cantine aperte 2011Domenica 29 Maggio 2011 si terrà la XIIIedizione di Cantine Aperte nell’ambito del Movimento Turismo del Vino, una manifestazione che si tiene dal 1993 e che ha l’obiettivo di promuovere la cultura del vino attraverso le visite nelle cantine volte alla conoscenza dei processi legati alla sua produzione.
A questa manifestazione partecipano oltre 1.000 cantine vinicole di tutta Italia e coinvolge dunque anche quelle pugliesi, che ogni anno accoglie numerosi enoturisti provenienti anche da altre regioni e che spesso ne approfittano per alloggiare nei vicini villaggi puglia.
Un’ottima occasione dunque per conoscere le aziende della regione e per quest’ultime di mostrare la qualità dei processi di produzione e del prodotto finale: le cantine saranno aperte dalla mattina fino a tarda serata e inviteranno i visitatori a partecipare alle degustazioni, visite guidate, mostre ed eventi legati alla cultura del vino.
Per maggiori informazioni circa le cantine che aderiscono all’iniziativa, invitiamo a consultare il sito web ufficiale www.movimentoturismovino.it

Sullo stesso sito è altresì possibile scaricare l’applicazione per iPhone per consultare con un semplice click le oltre 1.000 aziende associate in tutta Italia che partecipano all’evento Cantine Aperte 2011.

Immersi nelle colline umbre

Si chiamano colline i rilievi non molto elevati, il paesaggio collinare ondulato è certamente diverso da quello piatto della pianura, ma non presenta un vero aspetto montagnoso: i rilievi sono generalmente arrotondati con dolci pendenze e formano tra loro avvallamenti.

Sulle colline è possibile il lavoro agricolo intensivo e infatti il paesaggio collinare presenta uno stretto rapporto uomo-ambiente.

È tra le colline umbre che i coniugi Micci, restaurando un antico casale del 600, hanno realizzato l’azienda agraria e agrituristica il Cantico della Natura, situata a Montesperello di Magione.

Il casale è costruito in pietra locale, offre una bellissima vista sul Lago Trasimeno ed incantevoli sono i giochi di luce che i raggi del sole potranno creare rispecchiandosi dall’alba al tramonto sulle sue acque.

Il casale, completamente isolato (Montesperello è a 1 km di distanza), fu in passato dimora di numerose famiglie che praticavano l’olivicoltura, la coltivazione di cereali e l’allevamento del bestiame. Gli stessi anziani che in passato vissero in quel casale quando possono raggiungono il Cantico della Natura per fare due chiacchiere e bere un bicchiere di vino.

Dall’agricoltura biologica alla cucina tradizionale

Nelle diverse coltivazioni è generalmente necessario utilizzare metodologie di difesa contro le piante infestanti, gli insetti dannosi e le malattie.

A questo scopo vengono largamente usati diserbanti e antiparassitari, tutte sostanze che possono diventare pericolose per l’uomo e determinare l’inquinamento della terra.

Negli ultimi anni  si sta cercando di ridurne le conseguenze applicando nuove metodologie, una di queste è l’agricoltura biologica che è un sistema di agricoltura che sfrutta solo la fertilità del suolo e che cerca di offrire ai consumatori prodotti freschi, gustosi, genuini, rispettando il ciclo naturale delle stagioni.

Il Cantico della Natura è un agriturismo nato con queste specifiche caratteristiche; il relais si trova a Montesperello di Magione, in provincia di Perugia, circondato da bellissimi esemplari di olivi secolari e, immerso tra le dolci colline umbre, regala una bellissima vista sul Lago Trasimeno.

Qui, all’interno dell’accogliente sala ristorante in pietra, gli ospiti potranno gustare piatti tipici umbri preparati tutti con prodotti biologici che provengono dalla stessa azienda agricola e dalla regione umbra. Per chi volesse poi imparare a preparare i gustosissimi piatti che vengono proposti si potranno seguire dei corsi di cucina.

Inquinamento acustico e “rumore della natura”

L’inquinamento acustico, trascurato in passato perché considerato più un disturbo locale che un problema ambientale, è oggi considerato una delle principali cause del peggioramento della qualità della vita. Si stima che l’inquinamento acustico – principalmente imputabile a trasporti, attività edilizia, attività produttiva e pubblici esercizi – incida sulla salute e sulla qualità della vita di almeno il 25% della popolazione europea. In Umbria, nella zona del Lago Trasimeno, il comune di Magione, attraverso lo splendido lavoro della sua giunta, è uno fra i primi in Italia ad essersi dotato di uno strumento per la prevenzione dell’inquinamento acustico, per risanare le zone dove l’inquinamento acustico supera i limiti di legge.

É proprio in questo territorio, in cima ad una splendida collina, che è situato uno fra i più belli agriturismi biologici dell’Umbria: Il Cantico della Natura. Il questo splendido relais umbro, l’inquinamento acustico non esiste. È il rumore della natura a farla da padrone! Relax, benessere e buona cucina sono assicurati dai servizi d’alloggio e di ristorazione presenti all’interno dello splendido casale seicentesco che ospita il Il cantico della Natura. Provare per credere.

Vacanze in Puglia, salute e benessere per il corpo

terme.jpgPuglia, terra di costumi e tradizioni popolari, di mare e sole, ma anche patrimonio inestimabile di sostanze salutari per il nostro organismo.

La sua particolare conformazione geologica – roccia carsica lavorata nei millenni dagli agenti atmosferici – ha fatto sì che nelle sue profonde gole come in superficie si conservassero sali minerali, acque sulfuree o ferrose, pozze di acqua calda, saline e fanghi curativi.

Una risorsa importante per il turismo termale in Puglia, da Santa Cesarea a Torre Canne, il Salento offre a tutti i suoi visitatori stabilimenti termali e strutture ricettive idonee, dagli alberghi ai villaggi in Puglia.

Le acque come i fanghi curativi sono proprio ciò che ci vuole per dedicarsi al proprio corpo nel relax di una vacanza estiva.

Il boom del turismo-natura

agriturismo.jpgA Chieti, dal 24 al 26 aprile scorsi, si è svolta la XXa edizione di Ecotur, il principale appuntamento del turismo-natura in Italia.

“Il mercato va sempre più in direzione del prodotto meno manipolato dall’uomo, più autentico e in linea con i territori”, ha affermato Enzo Giammarino, Presidente della manifestazione.

Il calo irreversibile della ricettività alberghiera, a favore di agriturismi e bed&breakfast parla chiaro: nel 2002 gli hotel coprivano quasi il 50% della quota di mercato nel comparto, nel 2009 solo il 23,7%. Praticamente la metà. Al contrario, agriturismi e bed&breakfast hanno raddoppiato la propria incidenza, per un dato complessivo che supera ormai il 40% delle scelte della clientela.

Cresce la domanda di enogastronomia e tradizioni locali, ricercate ormai dal 28% dei turisti che scelgono una vacanza all’insegna della natura.

Fonte: link

Alitalia: cresce il traffico nel 2010

alitalia.jpgPassati i giorni di blocco del traffico aereo a causa della nube provocata dall’eruzione del vulcano islandese, Alitalia rende noti i dati del 1° trimestre 2010.

Cresce il traffico con un +7% dei passeggeri pari a circa 300mila unità in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Particolarmente positiva la performance sulle rotte intercontinentali con un +34% e oltre 100mila unità in più. Migliorato anche il coefficiente di riempimento degli aerei che è passato dal 52% del primo trimestre 2009 al 65%.

Fonte: link