Sicilia: borghi, mare e cultura

 

san vito lo capo.jpg

San Vito Lo Capo è uno splendido borgo marinaro situato sulla costa nord-occidentale della Sicilia, in provincia di Trapani. Il faro è uno dei suoi più celebri simboli, con il Santuario e la spiaggia dall’aspetto caraibico.

 

Il Regno Borbonico edificò tra il 1800 e il 1850 numerosi fari lungo le coste del Regno delle Due Sicilie, sia per la navigazione d’altura che per quella costiera e, tra questi, il faro di San Vito Lo Capo. La costruzione del faro ebbe inizio nel 1854 con l’accensione della prima luce il 1 agosto 1859.

 

Una passeggiata fin sotto l’altissima torre del faro – 43 metri – regala emozioni uniche e, la notte, il fascio di luce bianca, che segnala la secca rocciosa che dalla costa si estende per un paio di miglia in direzione nord, lo rende visibile nella ampia zona di mare compresa tra Punta Carini e la rada di Trapani.

 

Ponti di Ognissanti, Immacolata e Natale in Sicilia

randazzo ok.jpgArchiviate le vacanze estive, si comincia a pensare ai ponti festivi che stanno arrivando e al prossimo Natale.

Primo di tutti il ponte di Ognissanti e poi l’Immacolata per arrivare al Natale che ispira ancora tanto fascino nel mondo. Tutte le cittadine e i paesini a vocazione turistica cominciano a pensare come realizzare sempre più attrazioni con i classici presepi, i mercatini e quant’altro la tradizione popolare locale suggerisce.

In Sicilia, la tradizione popolare prevede, ad esempio, per il periodo di Ognissanti le tipiche fiere dei “Morti”, mercatini rionali, dove si può trovare di tutto. Mentre per il ponte dell’Immacolata e per il Natale tante sono le iniziative per attirare l’attenzione dei turisti. Si va dalle celebrazioni religiose, come le novene recitate o cantate ai presepi finti o viventi.

 

A Randazzo piccolo borgo medievale e montano ai piedi del vulcano Etna, durante le ricorrenze di questi ponti si organizzano diverse iniziative religiose e culturali, e poi, data la particolare posizione di Randazzo, si trova nel mezzo dei tre più bei parchi della Sicilia Orientale, i Parchi di Etna, Nebrodi e Alcantara, si organizzano diverse attività di escursionismo a piedi o in bici mtb, legati all’ambiente e alla natura circostante.

 

Infine, da segnalare a Randazzo una tradizione che riscuote tantissimo successo tra gli abitanti locali e i molti turisti che vi assistono, nella vigilia di Natale e di Capodanno, nei maggiori quartieri di Randazzo, si accendono dei grandi fuochi, fatti con legna che gli stessi abitanti del quartiere, specie i ragazzini e i bambini, raccolgono durate l’autunno. La simbologia dell’accensione di tali fuochi sta a significare il “fuoco” che riscalda la nascita del Bambino Gesù, a Natale mentre a Capodanno “bruciare l’anno Vecchio ” per iniziare con uno migliore.

Se invece cercate un bel B&B a Randazzo vi consigliamo Ai Tre Parchi bed and bike dove potrete pernottare con prezzi convenienti e rivivere il fascino delle antiche tradizioni popolari del luogo.

 

Calabria e Sicilia, per lo sviluppo del turismo

mare-calabria.jpgSono le regioni del sud Italia meno valorizzate sul piano economico, ma allo stesso tempo così ricche di risorse che a livello turistico risultano le regioni più fertili di iniziative e di attrattive. Sono la Calabria e la Sicilia!

Chi non vorrebbe nuotare nelle acque cristalline del loro mare, chi non vorrebbe passeggiare su queste spiagge, chi non vorrebbe godersi uno splendido tramonto? Alberghi e villaggi in Calabria, come residence e hotel in Sicilia sono le strutture con i prezzi più accessibili, soprattutto per chi è previdente e non si lascia scappare i last minute giugno, per esempio.

Proprio per la forte affluenza turistica e la ricchezza delle risorse utilizzabili, il Ministero del Turismo ha stanziato otto mil. di euro dal piano di riparto dei fondi per i progetti interregionali destinati appunto a Sicilia e Calabria, affinché lo sviluppo turistico dei territori abbia una spinta propulsiva in più.

Le attività che grazie ai fondi ministeriali le due regioni dovranno mettere su saranno rivolte fondamentalmente allo sviluppo delle strutture ricettive e dei centri dedicati all’accoglienza turistica e alla fruizione dei vacanzieri.

L’incontro dei giorni scorsi tra il presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti, e l’assessore delegato al comparto per la Regione Sicilia Nino Strano, ha avuto appunto come obiettivo l’individuazione di tali attività, volta soprattutto ad evitare qualsiasi tipo di spreco.

Fonte: link

Villaggi turistici in Sicilia: Cala Mancina San Vito Lo Capo

san_vito_spiaggia.gifUno dei villaggi Sicilia più conosciuti, per vivere le spiagge e il mare dell’isola mediterranea, per gustare un panorama di una bellezza incomparabile, per assaporare l’atmosfera di una terra ricca di tesori e tradizioni.

E’ il villaggio Cala Mancina di San Vito Lo Capo. Gli appartamenti sorgono su un verde pendio a pochi metri dalla spiaggia e dal porticciolo turistico, tra alberi e cespugli fioriti, tutti arredati in tipico stile mediterraneo.

Per le vacanze con famiglia, lo staff del villaggio Cala Mancina offre un miniclub per bambini dai 13 ai 12 anni, con programmi ricreativi e attività sportive. Ma l’intrattenimento è assicurato anche per gli adulti: animazione diurna e serale con giochi, tornei e spettacoli in anfiteatro, per una vacanza con tutta la famiglia all’insegna del divertimento!